Eiaculazione precoce

Si stima che una persona su tre raggiunga il momento dell'eiaculazione in tempi troppo rapidi per la propria soddisfazione personale e per quella della propria partner. L'uomo che non riesce a controllare l'eiaculazione prova la sensazione di non essere all'altezza, il che lo porta a vivere il rapporto sessuale con ansia. Con il passare del tempo, si può arrivare a non desiderare più il rapporto sessuale poichè si anticipa la sensazione di fallimento che seguirà il rapporto. Il problema, protratto a lungo nel tempo, può facilmente trasformarsi anche in disfunzione erettile (o impotenza), cioè nella mancanza di erezione.


I manuali diagnositici (come il DSM IV) inseriscono l'eiaculazione precoce nei disturbi della sessualità maschile, e possiamo descriverla come:

main

A. l'eiaculazione sopraggiunge in maniera persistente e alla minima stimolazione sessuale non necessariamente vincolata alla penetrazione, è legata indubbiamente ad una percezione di insoddisfazione della performance o quantomeno l'eiaculazione avviene prima che il soggetto al desideri. Si deve tener conto di alcuni fattori che possono influenzare la durata della fase eccitatoria come per esempio l'ansia, l'età, l'assunzione di alcuni farmaci, periodo di vita, la relazione con la partner.


B. questa difficoltà genera molto disagio e il senso di inadeguatezza può essere tale da limitare o rendere difficili i rapporti interpersonali soprattutto quelli con il gentil sesso;


C. l’eiaculazione precoce non è conseguenza degli effetti fisiologici diretti di una sostanza (p.e., astinenza da oppiacei).

Con il termine Eiaculazione precoce si indica una serie di problematiche che vanno dall'eiaculazione "ante portam", ovvero che avviene prima della penetrazione, a una durata del coito non sufficiente a portare a piena soddisfazione la propria partner.

 

Si è soliti distinguere tale disturbo in eiaculazione precoce primaria e secondaria:


Eiaculazione precoce primaria

In questo caso vi è una condizione neurologica o fisiologica particolare che inducono un riflesso eiaculatorio molto rapido. È l’unica condizione mai conosciuta dalla persona che quindi ha sempre eiaculato in pochi secondi dall’inizio della stimolazione (attraverso la masturbazione, il sesso orale o la penetrazione). L’eiaculazione precoce può essere anche legata a malattie somatiche (come l’infezione della prostata) o riconducibile a un danno organico o indotto da sostanze. In questi casi il problema può essere risolvibile consultando un medico per eliminare le cause fisiche. In alcuni casi però il problema fisico si pone a fondamento di ansie che favoriscono la reiterazione del problema, trasformandolo in una eiaculazione precoce secondaria.


Eiaculazione precoce secondaria

Se dopo alcune esperienze (masturbazione o rapporti sessuali) positive in cui si riusciva a gestire il momento dell’eiaculazione, non si è più capaci di controllare l’eiaculazione, è probabile che il problema sia legato a fattori psicologici quali l’ansia da prestazione, l'imbarazzo o la frustrazione. Si parla allora di eiaculazione preococe secondaria, o di origine psichica; in questi casi è utile la consulenza psicologica.


Soluzioni all'eiaculazione precoce

Quante volte si fa ricorso a preservativi ritardanti, a creme desensibilizzanti o addirittura agli effetti secondari degli antidepressivi per poter avere un rapporto sessuale soddisfacente? Ma possono essere queste vere soluzioni? Si è veramente liberi quando non si può fare a meno di usare pillole, creme, preservativi o trucchetti per ritardare il momento dell'eiaculazione o per vivere la propria sessualità positivamente? Spesso si spendono cifre esorbitanti (senza nemmeno rendercene conto) in cure o in palliativi utili solo a rimandare il problema al successivo rapporto sessuale. Ma abbiamo davvero bisogno di una cura? L'eiaculazione precoce non è una malattia, non è causata nè da virus nè da batteri. È solo la conseguenza del nostro modo di vivere la sessualità o alcuni aspetti della nostra vita: la consulenza psico-sessuologica perciò è lo strumento più adeguato che ti può aiutare.

 


 

 


powered by KF Informatica di Marino Di Clemente