Stress

La vita sempre più frenetica, le esigenze lavorative e familiari che diventano più incalzanti ci portano ad accelerare i normali ritmi quotidiani. Con il passare del tempo ci si può accorgere di non avere più le energie per fronteggiare le innumerevoli richieste che quotidianamente arrivano dall’esterno e che sollecitano il nostro organismo. In questi casi può essere utile richiedere una consulenza psicologica per capire, insieme allo psicologo, il modo in cui si possono affrontare le situazioni stressanti, o per imparare alcune semplici tecniche di rilassamento.

Lo stress è la risposta del nostro organismo alle richieste e alle sollecitazioni dell'ambiente (eventi, persone, cose) che ci circonda. Il nostro corpo reagisce ai fattori stressanti mettendo a disposizione energie e risorse utili per affrontare ogni tipo di situazione. Questo va bene nella maggior parte dei casi, ma può essere deleterio per il corpo e per la mente se la risposta di stress non ritorna rapidamente alla condizione di equilibrio iniziale.

Possiamo distinguere due tipi diversi di stress:

Eustress

(eu. In greco bello, buono) è il termine con il quale si indicano tutte quelle stimolazioni o richieste ambientali positive e costruttive, che possono richiedere impegno ed energie, ma che in un certo senso rendono la vita più interessante, più piacevole e positiva.  Si pensi, ad esempio, alla tensione prima di una prova importante, di un'interrogazione o di un discorso in pubblico: lo stress (eustress) permette di sviluppare l'attenzione e la concentrazione, e di avere un miglior rendimento.

Distress

(dis. Cattivo, morboso) definisce invece lo stress nocivo, quello che provoca alterazioni emotive e organiche a causa di una prolungata percezione negativa, difficoltosa o impegnativa di situazioni o eventi.
Ognuno risponde in maniera diversa alle richieste dell'ambiente e del contesto in cui vive, e a volte le modalità per affrontare queste richieste possono non essere adeguate.

Fasi della stress

Sono state individuate tre distinte fasi che caratterizzano la modalità di risposta dell’organismo alle continue pressioni esterne.

Fase di allarme

In queste fase l’organismo mobilita le sue difese per rispondere alla richiesta esterna. Vengono quindi attivate una serie di risposte ormonali e fisiologiche, come l’aumento di adrenalina e noradrenalina (grazie all’attivazione dell’asse ipofisi-corticosurrene e della parte del surrene chiamata “midollare”) che preparano l’organismo ad una risposta più rapida ed efficace.

Fase di resistenza

Questa fase subentra quando lo stress persiste; la sua caratteristica fondamentale è il proseguimento della sovrapproduzione dell’ormone cortisolo, che ha come conseguenza la soppressione delle difese immunitarie.

Fase di esaurimento

In questa fase, come dice il nome stesso, si registra un esaurimento della ghiandola surrenale con gravi ulcerazioni della mucosa gastrica che non è più protetta dall’ormone cortisolo. Questa fase è molto pericolosa e può causare problemi anche seri all’organismo.


powered by KF Informatica di Marino Di Clemente