Attacco di panico

Con ‘attacco di panico’ ci si riferisce ad un esperienza molto intensa caratterizzata da emozioni  di paura, terrore o disagio accompagnata da precise modificazioni sul piano fisiologico. Solitamente gli attachi hanno un inizio improvviso e la loro durata varia da pochi minuti fino ad episodi che possono durare anche mezz’ora.

Gli attacchi sono improvvisi e, almeno inizialmente, non sembrano essere associati  ad una causa precisa scatenante. Successivamente il terrore e la paura possono essere associati dalla persona  ad un evento o ad un episodio in particolare, generando così emozioni d’ansia e terrore che si possano manifestare in altri attacchi di panico, innescando così una sorta di circolo vizioso che va ad alimentare l’ansia percepita.
Normalmente la percezione  è quella di impazzire, il terrore si fa così acuto che le persone riportano paura e sensazione di morire o di perdere il controllo delle proprie emozioni o dei propri comportamenti. Quest’esperienza genera il forte bisogno di allontanarsi dal luogo o dalla situazione che la persona ritiene essere la causa dell’attacco di panico.


I sintomi di un attacco di panico si manifestano improvvisamente e possono includere:

• Aumento della frequenza cardiaca o palpitazioni
• Cefalea
• Sudorazione
• Dolori al petto
• Vertigini, stordimento, nausea, conati di vomito, senso di sbandamento
• Difficoltà di respirazione (dispnea), affanno
• Formicolio o intorpidimento alle mani, al viso, ai piedi o alla bocca
• Rossore al viso e al petto o brividi
• Sapore metallico in bocca
• Tremori fini o a scatti
• Parti distali fredde e sudate (mani e piedi), vampate di calore o brividi di freddo
• Confusione mentale (difficoltà nell'organizzare pensieri)
• Grida ed urla strazianti, pianto
• Incapacità di comunicare a voce, sensazione di nodo alla gola
• Sensazioni di sogno o distorsione percettiva (derealizzazione)
• Dissociazione, la percezione che non si è connessi al corpo o perfino che si è disconnessi dal tempo e dallo spazio (depersonalizzazione)
• Terrore, una sensazione che qualcosa di orribile stia per succedere e si è in grado di prevenirlo
• Paura di perdere il controllo e fare qualcosa di imbarazzante o di diventare matti, paura e sensazione di morte morte imminente, paura e sensazione di svenire
• Sensazione di lingua e bocca asciutta
• Sensazioni di rivissuto (deja-vu)

L’attacco di panico può limitarsi a qualche episodio ma a volte può divenire altamente debilitante per la persona fino a compromettere la vita sociale o lavorativa.


powered by KF Informatica di Marino Di Clemente